Malo stringe il Patto con Nova Veneza fondata con il sudore dei suoi migranti

201706 Attività vicentini nel mondo Giornale

Semplice e toccante cerimonia nel comune vicentino, a un anno da quella celebratasi nella cittadina brasiliana costruita a fine ‘800 per accogliere soprattutto lavoratori veneti. La sindaca Paola Lain al suo collega Rogerio Frigo: “È qualcosa di più di un gemellaggio, noi qui vi consideriamo fratelli e sorelle”

La sindaca di Malo, Paola Lain, e il sindaco della cittadina brasiliana di Nova Veneza, Rogerio Frigo, alla presenza della senatrice italiana Erika Stefani e della deputata italo-brasiliana Renata Bueno, hanno firmato nel Comune di Malo il Patto di amicizia fra le due comunità, secondo e conclusivo atto del virtuoso processo iniziato un anno fa in Brasile. Una cerimonia semplice, quanto sentita, visto l’importanza attribuita a questo patto, come testimoniato dalla calorosa accoglienza tributata alla delegazione proveniente dal Brasile, ricevuta in settimana anche in Regione, a Venezia, e al Comune di Vicenza.
“È qualcosa di più di un gemellaggio – spiega la sindaca Lain – noi qui infatti vi consideriamo come fratelli e sorelle, discendendo voi da emigranti costretti dalla fame e dalla povertà a lasciare la terra dove ora vi trovate. Uomini e donne maladensi che hanno avuto un ruolo fondamentale nella costruzione di Nova Veneza, città dello stato di Santa Catarina ufficialmente fondata nel 1891”.
La firma è avvenuta a un anno dal viaggio in Brasile compiuto dalla delegazione maladense, inviata laggiù con il compito di sottoscrivere un patto di amicizia con la città di Nova Veneza, luogo dove la “vicentinità” è stata tramandata come un bene prezioso da preservare e passare, integro, di generazione in generazione.
A recarsi in Brasile nel 2016 erano stati gli assessori Irene Salata e Roberto Sette, oltre al consigliere comunale Maurizio Cogo, a coronamento dei precedenti contatti avuti con Nova Veneza, promossi fin dagli anni ’90 dall’associazione Vicentini nel Mondo. Queste relazioni avevano dato come risultato un primo incontro ufficiale delle due amministrazioni, avvenuto a Malo nel 2003 – occasione in cui i sindaci di allora Gildo Zaccaria e, per Nova Veneza, Genesio Spillere, avevano sottoscritto un protocollo di intesa – e la nascita in Brasile del circolo Vicentini nel Mondo di Nova Veneza e Criciúma.
Quel protocollo veniva confermato pochi mesi dopo  anche in Brasile, occasione in cui fu eretto un monumento in Piazza Italia e fu donato alla città un simbolico leone di San Marco.
Nonostante i buoni propositi espressi da ambo le parti, per ragioni dovute con molta probabilità a priorità dettate dalle contingenze, i contatti tra i due comuni si erano in seguito allentati. Fortunatamente non è successo lo stesso ai legami consolidati da rapporti di amicizia subito intrecciatisi tra l’Associazione Vicentini nel Mondo e il Circolo Vicentino di Nova Veneza. Così, ora come allora, per riannodare i fili con la città brasiliana, si è potuto contare sull’entusiasmo, e sui contatti, del maladense Maurizio Romagna di Vicentini nel Mondo. Sua “spalla” in terra brasiliana si è rivelato Aroldo Frigo Junior, consigliere comunale di Nova Veneza, regista del fitto programmi di incontri e manifestazioni svoltesi in occasione della visita della delegazione di Malo, culminata con la sessione solenne del consiglio comunale tenutasi a Nova Veneza il 16 novembre 2016 per sottoscrivere il primo atto del Patto di Amicizia tra le due città.

 

Please follow and like us:
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.