Vicenza, una provincia che fa sport celebrata nel calendario del 2018

201706 Attività vicentini nel mondo Giornale

L’annuale omaggio destinato a componenti e amici dei circoli di Vicentini nel Mondo ha come tema fotografico squadre che contribuiscono alla grandezza “agonistica e amatoriale della terra berica”

Dopo i mezzi di trasporto pubblici d’epoca e, l’anno scorso, le immagini di alcune città in cui sono attivi significativi circoli di “vicentini nel mondo”, quest’anno il calendario mette sotto i riflettori l’associazionismo sportivo presente a Vicenza e in provincia.
E’ bene ricordare che il capoluogo vicentino ha ottenuto per il 2017 il riconoscimento di “Città Europea dello Sport”, attribuito ogni anno dall’ACES Italia alle città che si contraddistinguono nella promozione dell’attività sportiva. L’Aces è una ONG sostenuta dalle istituzioni europee che valuta le politiche delle amministrazioni locali, dagli investimenti in strutture sportive al coinvolgimento dei cittadini. Le associazioni sportive sono le “vere scuole fuori dalle scuole” come scrive il Censis nel suo rapporto di quest’anno, fatte per completare l’educazione dei giovani. Ma anche sono luoghi di aggregazione, volontariato e di partecipazione per gli adulti.
E’ talmente importante, ed è così largamente rappresentato, lo sport nel Vicentino, che, al di fuori dell’amatissimo e oggi un po’ derelitto Vicenza Calcio, sprofondato nei bassifondi della Serie C, diventa facile dimenticare nomi, numeri, luoghi ed eventi che hanno invece un ruolo di rilievo nella storia sportiva, italiana e internazionale. Come Giovanni Battaglin da Marostica, vincitore del Giro d’Italia 1981. Come gli scudetti del basket femminile spartiti fra i dodici di Vicenza e gli otto di Schio, per un totale di venti che non ha uguali in Italia. Come Gelindo Bordin da Longare, primo azzurro a vincere l’oro della maratona, a Seoul 1988, nella storia delle Olimpiadi, iniziate per l’Italia dall’oro di Parigi ‘900 conquistato nell’equitazione dal vicentino Giangiorgio Trissino. Come Carlo Lievore, nato a Carrè nel 1937 e morto a Torino nel 2002, divenuto recordman mondiale nel lancio del giavellotto il primo giugno 1961 con la misura di 86 metri e 74 centimetri. Come la tradizione sovrana dell’hockey su pista, rappresentata da ben quattro squadre scudettate fra il 1978 e oggi: in ordine di tempo Trissino, Breganze, Bassano e Valdagno. Come quelle discipline religiosamente coltivate in particolari territori della provincia: le sabbiose piste motociclistiche di speedway a Lonigo e dintorni, le rapide del Brenta per la canoa fluviale praticata dalle parti di Valstagna.
Passato, presente e futuro dello sport che convivono nel calendario 2018 di Vicentini nel Mondo. Dove imbattersi, da gennaio a dicembre, nelle foto di: Vicenza Calcio, Tramarossa Vicenza Basket, Volley Torri di Quartesolo, Volley San Paolo Vicenza, Circolo della Spada di Vicenza, Altair Calcio Vicenza, Unione Volley Montecchio Maggiore, Città di Thiene Calcio a 5, Atletica Vimar Marostica, Rangers Rugby Vicenza, Vicenza Baseball & Softball Club, Pallamano Malo.

(sopra, nella foto, le ragazze dell’Unione Volley Montecchio Maggiore)

 

Please follow and like us:
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.